Categorie
News News RSS Tutto Scuola

Vaccini per studenti e personale scolastico, Figliuolo: ‘Iniziano a vaccinare fascia 12-18 anni’. Tante Regioni ancora indietro

Cerca nel sito

 “Dobbiamo cominciare le vaccinazioni per tutto il personale che andrà a scuola, soprattutto i ragazzi dai 12 ai 18 anni. Ce la dobbiamo fare, le cose stanno andando”. Così  il commissario straordinario all’emergenza Covid Francesco Figliuolo che ha sottolineato ancora una volta l’importanza delle vaccinazioni prima del via al nuovo anno scolastico. “Se vogliamo bloccare le mutazioni – ha detto -, come la variante Delta, bisogna avere quante più persone possibili vaccinate e i giovani, che socializzano molto, possono portare in maniera asintomatica il virus in giro. Vaccinandoli sottraiamo persone che potrebbero ammalarsi”.

Nello specifico sarebbero 2,3 milioni i ragazzi tra i 12 e i 19 anni da vaccinare. Le prenotazioni stanno aumentando, ma diverse Regioni continuano ad arrancare. La Sicilia, per esempio ha ancora 60mila persone da vaccinare, il 43% del personale scolastico, a Bolzano il 38%, in Sardegna il 33%. Solo tre Regioni, il Lazio, la Campania e il Friuli Venezia Giulia hanno coperto il 100% degli addetti.

Intanto, a poco più di mese dall’inizio del nuovo anno scolastico, si continua a discutere di obbligo vaccinale per il personale scolastico. Secondo il rapporto del 23 luglio per Figliuolo, come riporta il Corriere della Sera, i non vaccinati della scuola al momento sarebbero 222.132, il 15% del personale scolastico. Numeri che aumentano di circa 6mila unità rispetto a tre settimane fa e che non combaciano, in quanto per il Governo, dal 2 luglio ad oggi, il dato della popolazione scolastica è cresciuto di 4mila. In questo modo forse si spiegherebbe la richiesta del commissario Figliuolo di avere una quantificazione entro il 20 agosto di tutto il personale scolastico non vaccinato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


 

Fonte: Tutto Scuola | pubblicato in data