Categorie
News ANQUAP News RSS

RISORSE PER REALIZZARE IL “PIANO SCUOLA PER L’ESTATE 2021” DI CUI AL D.M. 2 MARZO 2021, N. 48 PER UN TOTALE DI 40 MILIONI DI EURO

Cerca nel sito

(Iniziativa lodevole, tempi sempre più stretti e lavoro su lavoro)

In attuazione del D.M. n. 48 del 2 marzo 2021 e in continuità con le finalità contenute nella nota prot. n. 643 del 27 aprile 2021, il Ministero dell’Istruzione ha predisposto il Decreto Dipartimentale della Direzione generale delle Risorse Umane e Finanziarie del Ministero dell’Istruzione n. 39 del 14 Maggio 2021, contenente l’avviso diretto a realizzare una procedura di selezione e finanziamento delle iniziative educative proposte da Istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado nell’ambito del Piano scuola estate 2021 (clicca QUI per il D.M. 48/2021).

Destinatari dell’avviso:

le Istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado) e del secondo ciclo di istruzione;
i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA).
È prevista la possibilità di coinvolgere altri soggetti pubblici e privati.

Tempi di realizzazione delle proposte progettuali:

a) Fase I (giugno 2021) – Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali.

b) Fase II (luglio e agosto 2021) – Rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e della socialità.

c) Fase III (settembre 2021) – Introduzione al nuovo anno scolastico. Ambiti di intervento con la finalità di favorire la creazione di scenari di solidarietà e fiducia negli altri, preparando studentesse e studenti alla ripartenza.

Modalità di presentazione:

Le proposte progettuali dovranno essere presentate compilando in ogni sua parte la scheda progettuale presente sulla piattaforma PimerMonitor accessibile al seguente percorso “SIDI → Applicazioni SIDI → Gestione Finanziario Contabile → Piattaforma di monitoraggio e rendicontazione”.

Scadenza: 25 Maggio 2021.

Risorse finanziarie disponibili:

Il massimale di spesa riconosciuto a ciascuna Istituzione scolastica è di euro 40.000 per le scuole con un numero pari o superiore a 600 alunni frequentanti e di euro 30.000 per le scuole con un numero di alunni frequentanti inferiore a 600.

Costi ammissibili:

Sono ritenuti ammissibili i costi riconducibili al coordinamento, alla progettazione e realizzazione delle iniziative, nonché alla relativa gestione amministrativa. Nello specifico, sono ammissibili i seguenti costi:

a) acquisto di beni di consumo o di altre tipologie di beni strumentali alla realizzazione degli interventi;

b) affidamento di servizi di diversa natura;

c) liquidazione di compensi accessori al personale scolastico (sia docenti che personale ATA) eventualmente coinvolto nella progettazione e realizzazione delle iniziative.

Modalità di finanziamento e rendicontazione

Il finanziamento e la rendicontazione dei progetti avverranno in quattro fasi:

a) la prima fase prevede la predisposizione, da parte della Direzione generale per le risorse umane e finanziarie, dell’impegno per l’intero importo assegnato in sede di selezione dei progetti. La medesima Direzione ne dà comunicazione alle Istituzioni scolastiche beneficiarie, ai fini dell’accertamento delle somme nel programma annuale;

b) la seconda fase prevede l’erogazione alle Istituzioni scolastiche di un acconto pari al 50% dell’importo assegnato alle scuole vincitrici;

c) la terza fase prevede l’invio, da parte delle Istituzioni scolastiche, della rendicontazione relativa ai titoli di spesa pagati, in riferimento all’acconto ricevuto, e a quelli impegnati o liquidati con riferimento al restante importo del progetto. Le rendicontazioni, caricate o compilate direttamente dalle Istituzioni scolastiche sulla piattaforma PimerMonitor, complete di visto di regolarità amministrativo-contabile del Revisore dei Conti, sono verificate e convalidate a cura della Direzione generale per le risorse umane e finanziarie;

d) concluso l’iter di convalida delle rendicontazioni, la suddetta Direzione procede all’erogazione del saldo.

Come riportato nel “sottotitolo” del presente documento l’iniziativa è lodevole e con finanziamenti interessati per le scuole ammesse. La modalità di erogazione (prima acconto e poi saldo) tiene conto di suggerimenti più volti avanzati dall’Anquap per evitare la complicazione delle restituzioni.

Come al solito, però, i tempi sono stretti e per le segreterie scolastiche “lavoro su lavoro”.

Lì, 18.05.2021

L’ESTENSORE

Alessandra Ferrari

IL PRESIDENTE

Giorgio Germani

» Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento Anquap

 


 

Articolo pubblicato da ANQUAP il