Categorie
ANQUAP News

Regione Sicilia: Circolare n. 4 del 24/02/2021: Conto Consuntivo delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali Es. Fin. 2020

Cerca nel sito

Con la presente Circolare si forniscono le indicazioni cui dovranno uniformarsi le istituzioni scolastiche, in oggetto indicate, per la predisposizione e l’approvazione del Conto Consuntivo per l’esercizio finanziario 2020.

ADEMPIMENTI
Per la redazione del Conto Consuntivo le Istituzioni Scolastiche utilizzeranno la modulistica fornita dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Relativamente ai termini per I a predisposizione e l’approvazione del documento contabile si rinvia a quanto disposto dagli art. 22 e 23 del O.A. n. 7753 del 28.12.2018 dell’Assessore all’Istruzione e alla Formazione Professionale di concerto con l’Assessore all’Economia.
Inoltre, il secondo comma dell’Art. 53 del suddetto O.A. n. 7753 del 28.12.2018 ha disposto che “I revisori dei conti trasmettono all’Assessorato dell’Istruzione e della Formazione Professionale, con modalità telematiche, tutti i verbali concernenti l’attività di revisione· amministrativo-contabile. All’Ufficio scolastico regionale, con le medesime modalità, sono trasmessi soltanto i verbali contenenti rilievi di carattere amministrativo-contabile, unitamente ai documenti agli stessi allegati, per le valutazioni e l’adozione dei provvedimenti di competenza. La medesima documentazione, relativa ai verbali contenenti rilievi, è trasmessa alle Ragionerie territoriali dello Stato.”.
L’Ufficio scrivente, nel riservarsi comunque la facoltà di richiedere alle Istituzioni scolastiche ulteriore documentazione inerente ai Conti Consuntivi anche in forma cartacea, specifica che la suddetta documentazione dovrà essere inoltrata in via telematica tramite l’indirizzo di posta elettronica certificata “dipartimento. [email protected] regione. sicilia. ii”.
Si specifica, inoltre, che tutta la documentazione in file trasmessa tramite il sopracitato indirizzo di posta elettronica certificata dovrà essere scansionata già completa dei nominativi dei soggetti preposti e delle relative firme autografe.


INDICAZIONI GENERALI
a) Finanziamenti Statali
In ordine alla gestione dei finanziamenti erogati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, le Istituzioni Scolastiche si atterranno alle indicazioni fornite dallo stesso Ministero, nonché dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia.
b) Finanziamenti della Regione
La gestione dei finanziamenti erogati dalla Regione Siciliana deve corrispondere alle disposizioni impartite con la Circolare del Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale n. 24 del 28.10.2019 (e dalla successiva Circolare del Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale n. 27 del 25.11.2019 che, riferendosi esclusivamente al Programma Annuale 2020, prorogava i termini previsti dall’art. 5, commi 8 e 9, del O.A n. 7753 del 28.12.2018).
e) Finanziamenti Enti Locali (Legge n. 23 dell’11.01 .1996).
Per quanto ·concerne i contributi erogati dagli Enti locali, la .. giustificazione della spesa va effettuata tenuto conto anche delle disposizioni impartite dagli Enti concedenti.


La documentazione originale resterà agli atti della scuola, con la precisazione che è ammesso l’invio di copie conformi di detta documentazione agli Enti che ne avanzino richiesta.
d) Gestioni Economiche.
Relativamente al rendiconto delle aziende agrarie o speciali annesse alle Istituzioni scolastiche, si richiama l’attenzione su quanto disposto dall’art. 25 del sopra citato O.A. n. 7753/2018.
Si aggiunge inoltre che:
1) Gli interessi attivi maturati sui depositi bancari e postali trovano integrale iscrizione sulla competenza dell’esercizio nel quale si verifica l’accertamento.
2) Gli impegni di spesa non possono eccedere in nessun caso lo stanziamento dello specifico aggregato, ai sensi del comma 2 dell’art.15 del sopra citato O.A. n. 7753 del 28.12.2018.
3) I residui attivi possono· essere ridotti o eliminati solo dopo che si siano espletati tutti gli atti per la riscossione, salvo che il costo di tale espletamento superi l’importo da recuperare.
La radiazione dei residui attivi deve formare oggetto di apposita e motivata delibera del Consiglio d’Istituto.
Il Collegio dei Revisori dei conti, nell’espletamento della propria attività istituzionale di controllo, si atterrà alle indicazioni di cui alla Circolare Assessoriale n. 28 del 26.10.2016 e alla Circolare Assessoriale n. 17 del 31.05.2017.
Particolare attenzione deve rivolgersi alla gestione dei residui attivi e passivi, nonché alla gestione del fondo per le minute spese.
Per quanto attiene la gestione dei residui, si chiede di accertare che la situazione dei residui attivi e passivi degli esercizi precedenti e di quelli che si sono formati nell’esercizio di competenza concordi con le risultanze contabili.
A tal fine occorre accertare la sussistenza del titolo giuridico perché detti residui possano mantenersi nelle scritture contabili, atteso che dalla corretta determinazione degli stessi dipende l’ammontare del risultato di amministrazione.
In ordine alla gestione del fondo economale per le minute spese, si chiede di riscontrare l’esatta attuazione di quanto disposto dall’art. 21 del O.A. n. 7753 del 28.12.2018.
I Dirigenti degli Istituti scolastici cui compete il pagamento delle competenze spettanti ai Revisori dei conti avranno cura di trasmettere la presente Circolare agli stessi Revisori.
La pubblicazione della presente Circolare sul sito istituzionale del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale riveste carattere di notifica per le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado statali della Regione Siciliana.

 


 

Articolo pubblicato da ANQUAP il