Categorie
News News RSS Universo Scuola

Obbligo vaccinale e supplenze. I docenti titolari hanno 5 giorni prima di essere sostituiti

Cerca nel sito


È stata fatta chiarezza sulla tempistica delle sostituzioni dei docenti inadempienti rispetto all’obbligo vaccinale, imposto dal governo per i lavoratori della scuola dal 15 dicembre. Un argomento sicuramente di grande interesse in questi giorni, nonostante il personale scolastico sia in larga parte vaccinato con due dosi e le richieste per la terza dose siano in costante aumento. In questi primi giorni si è infatti assistito a un aumento delle richieste di malattia da parte del personale scolastico.

Obbligo vaccinale docenti 15 dicembre. Cosa succede se non vaccinati

L’obbligo vaccinale si collega all’istituzione del Super green pass, la certificazione verde di secondo livello che distingue chi è vaccinato o guarito rispetto a chi presenta il semplice tampone negativo, garantendo l’accesso al luogo di lavoro e il regolare esercizio della professione. Il docente o il personale ATA non vaccinato riceverà dunque una segnalazione dal dirigente scolastico. Questa avrà lo scopo di invitare a regolarizzare la propria posizione, presentando la documentazione che certifica l’avvio del ciclo vaccinale.

Qualora il soggetto permanga nella sua posizione di rifiuto, va incontro alla sospensione del diritto di svolgimento dell’attività lavorativa. Il rapporto di lavoro viene comunque conservato, ma non sarà più corrisposto nessun compenso, stipendio o altro emolumento.

Sostituzione dei docenti non vaccinati possibile dopo 5 giorni

Il docente non regolarmente vaccinato deve dare una risposta all’avviso del dirigente entro 5 giorni. Durante questo periodo di tempo può continuare a lavorare regolarmente anche se non vaccinato. Al termine dei 5 giorni, qualora non sia stata presentata la documentazione di avviamento alla vaccinazione, il docente sarà allora effettivamente sospeso e si potrà procedere alla sua sostituzione con un supplente, che dovrà chiaramente essere in regola con la certificazione verde e prenderà servizio fino a che anche il titolare di cattedra non sia vaccinato.

La giostra di sostituzioni legate all’obbligo vaccinale è sicuramente un problema per diverse scuole, sia per la carenza di supplenti per alcune materie in alcune zone di Italia, che per il fatto che molte di queste supplenze potrebbero durare giusto qualche giorno.


 


 

Fonte: Universo Scuola | pubblicato in data