Categorie
Tutto Scuola News News RSS

Mascherine Ffp2, mini quarantene e tracciamento: tutte le misure per scongiurare la DaD

Cerca nel sito

Dalle mascherine Ffp2 per i docenti a contatto con gli alunni che non possono indossare la mascherina, fino al supporto dell’esercito alle Asl su tracciamento e screening della popolazione scolastica. E poi ancora: fondi per prorogare l’organico aggiuntivo Covid alle nuove misure, allo studio con le regioni, sulle quarantene. A pochi giorni dal rientro a scuola previsto dal prossimo 7 gennaio, il Governo è al lavoro per aprire le scuole dopo le vacanze di Natale e scongiurare il ritorno in DaD. Di seguito le misure per le scuole.

Mascherine Ffp2

Si parte dall’obbligo delle mascherine Ffp2 che saranno distribuite in base al decreto legge approvato prima di Natale dal consiglio dei ministri. Il MI ha già avviato il monitoraggio per quantificare il numero di docenti destinatari delle mascherine. In base alle nuove regole, le Ffp2 andranno al personale scolastico che lavora a contatto con tutti quegli alunni che non sono tenuti indossare mascherine (ragazzi con disabilità, per esempio, o bambini di nidi e scuole dell’Infanzia).

Supporto dell’esercito per test e tracciamento

Alla rientro a scuola entrerà in gioco l’esercito per supportare le Asl nella gestione dei casi Covid a scuola. Il ministero della Difesa assicurerà il supporto a Regioni e Province autonome nello svolgimento delle attività di somministrazione di test per la ricerca del virus e di quelle correlate di analisi e di refertazione attraverso i laboratori militari della rete di diagnostica molecolare dislocati sul territorio nazionale. Per incrementare le capacità diagnostiche dei laboratori militari, per l’anno 2022, è autorizzata la spesa complessiva di 9 milioni di euro.

Organico Covid e supporto psicologico

Le scuole, poi, in base alle novità previste dalla Legge di Bilancio, avranno a disposizione 400 milioni di euro per prorogare i contratti del personale aggiuntivo, sia insegnanti che Ata, assunto temporaneamente fino a dicembre per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Nei giorni scorsi il MI ha dato indicazione agli istituti di rinnovare tutti i contratti fino al 31 marzo, impegnandosi poi a recuperare i fondi mancanti per arrivare fino al termine delle lezioni, ovvero giugno. Sempre la manovra stanzia inoltre 20 milioni, per il 2022, per il supporto psicologico degli studenti e del personale, anche in risposta a quanto vissuto durante l’emergenza Covid.

Quarantene

Sulle misure da adottare circa le quarantene qualora si verifichino casi di positività al Covid a scuola, è ancora scontro nel Governo.  In queste ore è infatti in corso una trattativa governo-regioni. L’ipotesi sarebbe quella di prevedere, nel caso di 2 studenti risultati positivi in una classe, solo l’autosorveglianza di 5 giorni (con tampone a 10 giorni) per gli alunni vaccinati (o guariti negli ultimi mesi) e la quarantena di 10 giorni con Dad per gli altri. Con 3 contagi in una sola classe, sarebbe la Asl a valutare ulteriori provvedimenti, come la sospensione dell’attività in presenza.

 


 

Fonte: Tutto Scuola | pubblicato in data