Categorie
News RSS News Orizzonte scuola – ATA

ATA, immissioni in ruolo estate 2022: quali graduatorie saranno utilizzate

Cerca nel sito

Assunzioni nei ruoli a tempo indeterminato del personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle istituzioni scolastiche nazionali anno scolastico 2022/2023. Quali graduatorie verranno utilizzate.

Assunzioni da Graduatorie ATA 24 mesi

Ogni anno gli Uffici Scolastici Regionali nel periodo intercorrente tra marzo e giugno, indicono i concorsi per soli titoli per l’accesso ai ruoli sui profili professionali del personale ATA dell’area A e B. Successivamente ogni ufficio scolastico provinciale emetterà un’ordinanza che definirà i titoli, i criteri di valutazione e la modalità di iscrizione negli elenchi permanenti.

Per essere ammessi al concorso i candidati devono possedere un’anzianità di servizio di almeno 24 mesi, oppure 23 mesi e 16 giorni anche non continuativi, prestato in posti corrispondenti al profilo professionale per il quale il concorso viene indetto o che abbiano prestato almeno due anni di servizio anche misti, in qualifiche superiori a quelle per le quali i concorsi sono stati indetti, partecipando al concorso per il/i profili immediatamente inferiori per i quali si possiedono i titoli di accesso.

I criteri sono descritti nell’articolo 554 del decreto legislativo 297 del 1994 e dell’Ordinanza Ministeriale 21 del 23 febbraio 2009.

Ulteriori ruoli sui posti accantonati per LSU

Sarà avviata una nuova procedura concorsuale di cui all’articolo 58, comma 5-ter, del decreto-legge n. 69 del 2013 per il collocamento in ruolo riservata al personale ex LSU per complessivi 590 posti da collaboratore scolastico, nell’ordine di un’apposita graduatoria nazionale.

Immissioni in ruolo per i D.S.G.A.

I ruoli dei direttori amministrativi saranno effettuati attingendo dalle graduatorie concorsuali ove ancora presenti.

I posti dei direttori dei servizi generali e amministrativi non possono essere oggetto di compensazione sui restanti profili professionali del personale A.T.A.

Quali graduatorie per i ruoli?

Coloro che presentano la domanda per la prima volta per ATA 24 mesi sono inclusi in graduatoria in base al punteggio complessivo dei titoli e dei servizi posseduti alla data di scadenza del bando.

È possibile l’inserimento nelle graduatorie di una sola provincia al personale Ata che ha maturato il requisito di due anni di servizio effettuato in una delle qualifiche per le quali sono indetti i concorsi.

Le graduatorie relative ai concorsi per titoli, hanno carattere permanente e sono integrate annualmente.

I concorrenti già inseriti che non hanno avuto nomina in ruolo, hanno diritto a permanere nelle graduatorie con la possibilità di aggiornare il punteggio con la dichiarazione di eventuali nuovi titoli entro i termini previsti dal bando.

Le domande di ammissione alle procedure in esame potranno essere presentate unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione POLIS, indispensabile il possesso delle credenziali SPID.

Requisiti richiesti:

essere in servizio in qualità di personale ATA a tempo determinato nella scuola statale nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale;

essere inseriti nella graduatoria provinciale ad esaurimento della medesima provincia e del medesimo profilo professionale per cui si concorre;

essere inserito nella 3^ fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo professionale per cui si concorre.

Profili professionali e titoli di accesso

I titoli di studio richiesti sono stabiliti nel bando e sono specifici per i diversi profili Ata:

Cuoco: Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Infermiere: Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere.

Guardarobiere: Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.

Addetto alle aziende agrarie diploma di qualifica professionale di:

1- operatore agrituristico;

2- operatore agro industriale;

3- operatore agro ambientale.

Collaboratore Scolastico: Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Il Ministro della pubblica istruzione, individua i titoli di studio da ritenere equivalenti o equipollenti. Ai fini dell’inserimento in prima fascia sono validi anche i precedenti titoli di accesso per chi ha maturato 30 giorni di servizio o per chi è già iscritto col titolo pregresso negli elenchi provinciali permanenti di seconda fascia.

Nomine in ruolo e decorrenza

Le nomine in ruolo saranno disposte, nei limiti dei posti disponibili, secondo l’ordine delle graduatorie permanenti.

Il Ministero dell’Istruzione procederà alle assunzioni in ruolo sui posti che risultano vacanti e disponibili per l’intero anno scolastico.

I ruoli avvengono nei limiti di un contingente definito annualmente in relazione al numero di posti residui dell’anno precedente e al numero di cessazioni per ogni profilo professionale.

Sono possibili operazioni di compensazione tra i profili professionali del personale A.T.A. consentite esclusivamente nel caso in cui ciò non determini un aggravio di spesa.

Le graduatorie provinciali definitive per titoli sono solitamente pubblicate in tempo utile per procedere alle immissioni in ruolo che dovrebbero avere decorrenza giuridica dal 1° settembre 2022, la decorrenza economica si avvierà dalla data di effettiva presa di servizio.

Gli uffici scolastici comunicheranno i posti disponibili dopo la definizione degli organici di diritto e dopo la pubblicazione degli elenchi definitivi delle cessazioni.

Le nomine a ruolo e le scelte delle sedi saranno compilabili su istanze online in apposita sezione preferibilmente prima del 1° settembre.

 


 

Fonte: Orizzonte scuola - ATA | pubblicato in data