Categorie
News News RSS Orizzonte scuola – ATA

Mobilità: anche personale ATA ex LSU dovrà poter presentare domanda e concorrere su tutti i posti disponibili

Cerca nel sito

Sono ancora evidenti le differenze tra personale internalizzato e personale ATA, la trasformazione dei contratti degli ex LSU da part time a full time, nell’anno scolastico 2020/2021, ha determinato numerosi perdenti posto, per cui è stato necessario riaprire le domande di trasferimento, a termini già scaduti consentendo la presentazione della domanda di mobilità sia al personale Ata che ai nuovi Ata ex LSU dichiarati soprannumerari.

Eccezionalmente, solo in quelle scuole dove la trasformazione dei contratti da part time a full time ha determinato perdenti posto, i collaboratori scolastici ex LSU internalizzati, hanno potuto presentare domanda di trasferimento, anche se il CCNI non lo prevedeva.

Si dovrà porre fine alle disparità create tra lavoratori appartenenti allo stesso profilo professionale, in modo particolare nell’individuazione dei soprannumerari, inserendo nelle graduatorie interne anche i lavoratori ex LSU senza alcuna distinzione dal restante personale.

Con la definizione degli organici di diritto relativi all’anno scolastico 2022/2023 dovrebbero cessare di esistere gli accantonamenti dei posti riservati al personale delle ditte esterne.

Il 2022 dovrebbe dare il via libera alle domande di mobilità di tutto il personale internalizzato, dando loro la possibilità di presentare domanda provinciale, comunale o interprovinciale, preferendo anche scuole dove non vi erano mai stati posti accantonati.

Punteggio di servizio valutabile nelle domande di mobilità

I titoli valutabili, sono descritti nel CCNI della mobilità, i servizi dichiarabili dagli ex LSU sono quelli maturati dal momento dell’assunzione e/o anche un eventuale periodo coperto da retrodatazione giuridica che sarà valutato come altro servizio prestato in altra area.

Il periodo di anzianità coperto da decorrenza giuridica è valutabile 1 punto al mese nel caso in cui non sia stato prestato effettivo servizio nel medesimo profilo, dopo la presa di servizio, dalla data di decorrenza giuridica ed economica sono attribuibili 2 punti al mese.

Punteggio continuità

Per ogni anno intero di servizio prestato nel profilo di appartenenza senza soluzione di continuità per non meno di un triennio nella scuola di titolarità, in aggiunta agli altri punteggi si assegnano:

entro il quinquennio Punti 8 per ogni anno

oltre il quinquennio Punti 12 per ogni anno

agli ex LSU non è ancora possibile l’attribuzione di tale punteggio perché non posseggono il requisito di almeno tre anni di servizio continuativo nella stessa scuola.

Punteggio per esigenze di famiglia

A) per ricongiungimento o riavvicinamento al coniuge ovvero, nel caso di personale senza coniuge o separato giudizialmente o consensualmente con atto omologato dal tribunale, per ricongiungimento o riavvicinamento ai genitori o ai figli Punti 24

B) per ogni figlio di età inferiore a sei anni Punti 16

C) per ogni figlio di età superiore ai sei anni, ma che non abbia superato il diciottesimo anno di età ovvero per ogni figlio maggiorenne che risulti totalmente o permanentemente inabile a proficuo lavoro Punti 12

Le fasi delle operazioni sono tre

• I fase: comunale (trasferimenti tra scuole dello stesso comune di titolarità)

• II fase: provinciale (trasferimenti tra scuole di comuni diversi della stessa provincia. Si pongono in questa fase i trasferimenti da posto comune a sostegno e viceversa anche nello stesso comune).

• III fase: mobilità territoriale interprovinciale e mobilità professionale.

Per ognuna delle 3 fasi saranno rispettate le precedenze per i beneficiari della legge 104.

I perdenti posto che volessero far valere il diritto di precedenza al rientro nella ex sede di titolarità, potranno farlo entro il termine di 8 anni, presentando domanda di mobilità condizionata, nella quale bisogna indicare, tra le preferenze, prioritariamente il codice del comune di ex titolarità e poi altre scuole di altri comuni.

Dal corrente anno scolastico, a tutto il personale ex LSU, completate le due procedure riservate per le assunzioni relative al secondo bando, terminate le trasformazioni dei contratti da part time e a full time, dovrebbe essere consentita la presentazione della domanda di trasferimento su tutti i posti disponibili in organico di diritto e per la mobilità annuale anche sui posti in organico di fatto, non solo sui posti accantonati per l’internalizzazione.

Si attendono nuove disposizioni da parte del Miur.

 


 

Fonte: Orizzonte scuola - ATA | pubblicato in data