In vigore le nuove soglie europee

Sono diventate pienamente operative le modifiche sulle soglie degli appalti pubblici di forniture, servizi e lavori e dei concorsi di progettazione, introdotte dal Regolamento delegato (UE) 2023/2495 della Commissione del 15 novembre 2023.

L’aggiornamento, che viene effettuato con cadenza biennale, è entrato in vigore il 1° gennaio 2024. Nel dettaglio, sono state rivalutate le soglie per le tipologie di appalti:

  • lavori e concessioni: da 5.382.000 euro a 5.538.000 euro;
  • forniture e servizi per le autorità centrali, comprese le scuole: da 140mila a 143mila euro;
  • forniture e servizi delle autorità sub-centrali (EE.LL., etc): da 215mila euro a 221mila euro.

L’aggiornamento delle soglie implica la revisione delle previsioni del Codice dei Contratti Pubblici, d.lgs. 36/2023, in particolare dell’art. 14 rubricato Soglie di rilevanza europea e metodi di calcolo dell’importo stimato degli appalti. Disciplina dei contratti misti, che ora riporta i nuovi valori indicati dal Regolamento.

Allo stesso modo, la variazione delle soglie implica un diverso valore di riferimento per gli affidamenti sottosoglia, ai sensi dell’art.50 dello stesso d.lgs. 36/2023, che per le scuole non è più 140.000 euro, ma 143.000 euro.

Gli Associati possono leggere il Regolamento delegato (UE) 2023/2495 della Commissione del 15.11.2023.

 


 

Fonte: DSGA Online | pubblicato in data

Leggi altri
articoli