Guida monitoraggio Amministrazione Trasparente

Premessa

Con la delibera n. 213 del 23 aprile 2024, ANAC ha individuato le specifiche categorie di dati per il 2024, di cui gli OIV, ex art. 44 del d.lgs. 33/2013, o gli organismi con funzioni analoghe, sono tenuti ad attestare la pubblicazione al 31 maggio 2024.

Si ricorda che ai sensi dell’art. 1, comma 562, della legge 29 dicembre 2022, n. 197, (legge di bilancio per il 2023), “Le attribuzioni previste dall’articolo 14, comma 4, lettera g), del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, sono svolte, presso le istituzioni scolastiche, dai Revisori dei conti.”

L’attestazione redatta dai Revisori dei Conti, completa della scheda delle verifiche di rilevazione, va pubblicata nella sezione “Amministrazione trasparente” sotto-sezione di primo livello «Controlli e rilievi sull’amministrazione», sotto-sezione di secondo livello «Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe» «Attestazione dell’OIV o di altra struttura analoga nell’assolvimento degli obblighi di pubblicazione» entro il 15 luglio 2024.

La delibera impone a tutte le amministrazioni di cui all’articolo 1, co. 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, di  verificare e controllare la pubblicazione dei dati e documenti nelle seguenti specifiche voci: 

Delibera ANAC n. 213 del 23 aprile 2024
I dati la cui pubblicazione si chiede di attestare, in particolare, sono:
1) Consulenti e collaboratori (art. 15) 2) Performance (art. 10, co. 8, e art. 20) 3) Enti controllati (art. 22) 4) Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (artt. 26-27) 5) Beni immobili e gestione patrimonio (art. 30) 6) Controlli e rilievi sull’amministrazione (art. 31) 7) Servizi erogati (art. 32) 8) Pagamenti dell’amministrazione (artt. 4-bis, 33, 36 e 41, co. 1) 9) Pianificazione e governo del territorio (art. 39)

Le voci “Enti controllati” e “Pianificazione e governo del territorio”, non sono applicabili alle scuole.

Si consiglia sempre di verificare l’allegato al Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza (PTPCT) delle istituzioni scolastiche 2024/2026 della propria Regione di appartenenza. Il PTPCT, si trova pubblicato all’interno della sezione trasparenza del sito dell’USR di appartenenza. In particolare nella sotto-sezione di primo livello “Altri contenuti” ,  sotto-sezione di secondo livello «Prevenzione della Corruzione» (figura1).

Figura 1 – Sezione PTPCT dell’USR

Attività Revisori

Per l’anno 2024, ai fini dello svolgimento delle verifiche sull’assolvimento degli obblighi di trasparenza con rilevazione al 31 maggio 2024, i Revisori dei Conti , utilizzeranno una apposita applicazione web disponibile sul sito web dell’ANAC. Il portale permetterà di documentare, mediante una checklist (scheda di verifica), non solo la corretta pubblicazione dei documenti nella sezione «Amministrazione trasparente», ma anche la loro qualità in termini di completezza, aggiornamento, e formato.

Attraverso il portale il Revisori dei Conti potranno:

  1. compilare scheda di rilevazione al 31 maggio 2024;
  2. convalidare le verifiche entro il 15 luglio 2024 e trasmetterle all’ANAC; 
  3. estrapolare schede di verifiche ed attestazione per la pubblicazione nella sezione Amministrazione Trasparente della Scuola entro il 15 luglio 2024;
  4. i Revisori che hanno che hanno evidenziato al 31 maggio 2024 nella scheda di rilevazione – fornita nell’applicativo web – carenze di pubblicazione nella colonna “completezza di contenuto”, avranno cura di monitorare le misure di adeguamento agli obblighi di pubblicazione adottate dalla scuola, verificando al 30 novembre 2024 il permanere o il superamento delle sole criticità esposte nella citata griglia di rilevazione. 
  5. I Revisori a partire dal 2 dicembre 2024, utilizzeranno l’applicativo web fornito dall’Autorità per annotare gli esiti di detto monitoraggio nella specifica scheda, aggiornando i valori attribuiti nella colonna “completezza di contenuto”.
  6. L’attestazione dei Revisori, completa della scheda delle verifiche di monitoraggio, compilata tramite l’applicativo web, deve essere pubblicata a cura della Scuola, entro il 15 gennaio 2025, nella sezione «Amministrazione trasparente» o «Società trasparente» sottosezione di primo livello «Controlli e rilievi sull’amministrazione», sotto-sezione di secondo livello «Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe», «Attestazione dell’OIV o di altra struttura analoga nell’assolvimento degli obblighi di pubblicazione».

Figura 2 – Sezione pubblicazione attestazione

Attività Scuola

La scuola deve effettuare le verifiche su ogni singola voce di riferimento indicata dalla delibera, controllando puntualmente la presenza e la qualità dei dati pubblicati al 31 maggio del 2024. Non bisogna soltanto controllare la presenza dei documenti, ma verificare che i dati siano adeguati, nel pieno rispetto dell’art 6 (Qualità delle informazioni) del decreto trasparenza. In particolare bisogna porre attenzione  alle seguenti caratteristiche (allegato1): completezza, aggiornamento ed apertura del dato.

Si ricorda che i documenti rimangono pubblicati per 5 anni. I cinque anni decorrono dall’anno successivo a quello di pubblicazione. Quindi per i documenti pubblicati nel 2019, i cinque anni decorrono a partire il 2020. 

Se anche per quest’anno è prevista all’interno dell’attestazione, la dichiarazione che l’Amministrazione non ha disposto filtri  che impediscono la ricerca di informazioni all’interno della sezione Amministrazione trasparente, occorre fare il seguente controllo.

Figura 3 – Attestazione filtri

Collegarsi al sito web della propria Scuola: www.miosito.edu.it

Aggiungere all’indirizzo web del sito la seguente stringa  “robots.txt”  www.miosito.edu.it/robots.txt , cliccare e visualizzare le impostazioni del file.

Se all’interno del file il percorso alla sezione “Amministrazione trasparente” è disabilitato occorre intervenire sul file e rimuovere il filtro.

Consulenti e collaboratori (art. 15)

Sotto sezione di livello: Consulenti e collaboratori

Sotto sezione di livello: Titolari di incarichi  di collaborazione o consulenza

La sezione riguarda tutti gli incarichi di collaborazione e consulenza conferiti dall’Amministrazione.

Tutti i dati riguardanti la sezione possono essere estrapolati, ai sensi dell’art. 9 bis del decreto, dalla Banca dati “Consulenti pubblici”. 

I dati possono essere prelevati solo se la scuola registra gli incarichi attraverso il portale Anagrafe delle Prestazioni. Il mancato utilizzo del portale obbliga la scuola alla puntuale pubblicazione di ogni singolo documento previsto dalla sotto-sezione:

– oggetto

– CV

– compenso

– durata 

– attestazione avvenuta insussistenza conflitto di interessi

– estremi conferimento

Per estrapolare il link per ogni annualità, contenente tutti i dati previsti dalla normativa, occorre eseguire la seguente procedura:

– accedere al portale: https://consulentipubblici.dfp.gov.it/

– cliccare in basso alla pagina “genera link” 

Figura 4 – portale Consulenti pubblici

– inserire denominazione oppure il codice fiscale della scuola, anno di riferimento e spuntare “filtra per CCE”

– cliccare su “Genera Link”.

Figura 5 – Selezione dati scuola

– selezionare il link generato dal portale e salvarlo in un file per poi successivamente inserirlo nella sottosezione di riferimento:

Figura 6 – Generatore link dati scuola

Esempio:

https://consulentipubblici.dfp.gov.it/?ente=DFP00014497&tipologiasoggetto=CCE&anno=2024

Per ottenere i link(s) relativi agli altri anni di riferimento, possiamo sostituire dal link solo le ultime quattro cifre e puntare sugli incarichi dell’anno:

https://consulentipubblici.dfp.gov.it/?ente=DFP00014497&tipologiasoggetto=CCE&anno=2023

https://consulentipubblici.dfp.gov.it/?ente=DFP00014497&tipologiasoggetto=CCE&anno=2022

https://consulentipubblici.dfp.gov.it/?ente=DFP00014497&tipologiasoggetto=CCE&anno=2021

https://consulentipubblici.dfp.gov.it/?ente=DFP00014497&tipologiasoggetto=CCE&anno=2020

Performance (art. 10, co. 8, e art. 20)

In rosso le voci non applicabile all’istituzione scolastica (vedi PTPCT USR). 

Sotto sezione di livello: Performance

Sotto sezione di livello: 

  • Sistema di misurazione e valutazione della Performance
  • Piano della Performance
  • Relazione sulla Performance
  • Ammontare complessivo dei premi
  • Dati relativi ai premi

La voce Ammontare complessivo dei premi prevede n.2 obblighi specifici:

  1. Ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati
  2. Ammontare dei premi effettivamente distribuiti da pubblicare in tabelle.

Considerata la nostra specificità potrebbe rientrare in questa voce il bonus docente.

Alla voce numero 1 il budget assegnato (bonus docenti), alla voce 2 l’ammontare distribuito, magari per fasce di assegnazione. Non specificare nominativi o altri dati personali riguardanti i singoli soggetti. 

La voce Dati relativi ai premi prevede n. 3 obblighi specifici:

  • Criteri definiti nei sistemi di misurazione e valutazione della performance  per l’assegnazione del trattamento accessorio
  • Distribuzione del trattamento accessorio, in forma aggregata, al fine di dare conto del livello di selettività utilizzato nella distribuzione dei premi e degli incentivi
  • Distribuzione del trattamento accessorio, in forma aggregata, al fine di dare conto del livello di selettività utilizzato nella distribuzione dei premi e degli incentivi

In questa sezione possiamo pubblicare i criteri definiti dal Comitato di valutazione e la distribuzione in forma aggregata in tabelle.

Enti controllati (art. 22)

Non applicabile all’istituzione scolastica.

Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici (artt. 26-27)

Sotto sezione di livello: Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

Sotto sezione di livello: 

Criteri e modalità

– Atti di concessione

In questa sezione possiamo pubblicare i criteri e le modalità cui le amministrazioni devono attenersi per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l’attribuzione di vantaggi economici. 

Gli atti di eventuali concessioni da pubblicare in tabelle, devono essere di importo superiore a mille euro.

Beni immobili e gestione patrimonio (art. 30)

Sotto sezione di livello: Beni immobili e gestione patrimonio

Sotto sezione di livello: 

Patrimonio immobiliare

– Canoni di locazione o affitto

In questa sezione possiamo pubblicare le informazioni identificativi degli immobili posseduti e detenuti ovvero i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti.

Controlli e rilievi sull’amministrazione (art. 31)

Sotto sezione di livello: Controlli e rilievi sull’amministrazione

Sotto sezione di livello: 

  1. Organismi indipendenti di valutazione, nuclei di valutazione o altri organismi con funzioni analoghe
  2. Organi di revisione amministrativa e contabile
  3. Corte dei conti

La voce di secondo livello comprende tre distinti obblighi:

– per il primo bisogna  pubblicare la nomina dei Revisori dei conti,    

 l’attestazione e il monitoraggio effettuato nel 2023 ;

– nel secondo bisogna pubblicare le relazioni degli organi di revisione   

amministrativa e contabile al programma annuale, alle relative    

variazioni e al conto consuntivo 

– il terzo riguarda eventuali  rilievi della Corte dei conti, comunicare che non abbiamo dati da pubblicare all’interno della sezione.

Servizi erogati (art. 32)

Sotto sezione di livello: Servizi erogati

Sotto sezione di livello: 

  1. Carta dei servizi e standard di qualità
  2. Class action
  3. Costi contabilizzati
  4. Liste di attesa
  5. Servizi in rete

Figura 7 – estratto servizi erogati allegato decreto 33/2013

– ai sensi della Delibera ANAC 416/2016 possiamo adempiere al primo obbligo mediate la pubblicazione o link al PTOF;

– per il secondo punto bisogna controllare l’allegato al proprio PTPCT e verificare se le voce è stata esclusa dall’obbligo (in Sicilia è escluso l’obbligo);

– l ’articolo 32, comma 2, lettera a), d.lgs. 33/2013, richiede la pubblicazione dei costi contabilizzati dei servizi erogati agli utenti, ai sensi dell’articolo 10, comma 5 dello stesso decreto.

A sua volta tale articolo rinvia all’articolo 10, comma 5, d.lgs. 279/1997, che definisce i servizi erogati e i relativi costi nell’ambito di un sistema di contabilità analitica per centri di costo. Il sistema contabile della scuola non prevede la contabilità analitica per centri di costo.

– il quinto obbligo riguarda  i risultati delle indagini sulla soddisfazione da parte degli utenti rispetto alla qualità dei servizi in rete e statistiche di utilizzo dei servizi in rete. Pertanto se i questionari (anonimi) sono stati somministrati dall’Istituto  per raccogliere il grado di soddisfazione dei servizi possiamo pubblicare i risultati in questa sezione. 

Figura 8 – questionario di soddisfazione

Pagamenti dell’amministrazione (artt. 4-bis, 33, 36 e 41, co. 1) 

Sotto sezione di livello: Pagamenti dell’amministrazione

Sotto sezione di livello: 

  1. Dati sui pagamenti
  2. Dati sui pagamenti del servizio sanitario nazionale
  3. Indicatore di tempestività dei pagamenti
  4. IBAN e pagamenti informatici

– il primo obbligo riguarda i dati tabellari, trimestrali sui propri pagamenti in relazione alla tipologia di spesa sostenuta, all’ambito temporale di riferimento e ai beneficiari (figura 9)

– la terza voce riguarda:

  1. l’ indicatore di tempestività dei pagamenti, (l’ultimi dati da pubblicare sono il dato trimestrale gennaio-marzo e l’indicatore annuale 2023.
  2. l’ammontare complessivo dei debiti

Figura 9 – elenco pagamenti

– la quarta voce riguarda l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici da pubblicare annualmente . Alcuni sistemi gestionale permettono di prelevare il file in modo agevole, attraverso menu contestuale.

Figura 10 – ammontare debiti annuali

Figura 11 – gestionale bilancio

Pianificazione e governo del territorio (art. 39) 

Non applicabile all’istituzione scolastica

Allegato 1 – qualità del dato

Pubblicazione del dato 

Il dato è pubblicato nella sezione “Amministrazione trasparente”? (valori compresi fra 0 e 2):

  1. – il dato non risulta pubblicato;
  2. – il dato risulta pubblicato in una sezione diversa da quella denominata «Amministrazione trasparente»;
  3. – il dato risulta pubblicato nella sezione «Amministrazione trasparente»;

Completezza del contenuto

Il dato pubblicato riporta tutte le informazioni richieste dalle previsioni normative? (valori compresi fra 0 e 3):

  1. – il dato non risulta pubblicato;
  2. – le informazioni richieste risultano pubblicate in una percentuale compresa fra l’1 e il 33%;
  3. – le informazioni richieste risultano pubblicate in una percentuale compresa fra il 34 e il 66%;
  4. – le informazioni richieste risultano pubblicate in una percentuale compresa fra il 67 e il 100%.

Aggiornamento

La pagina web e i documenti pubblicati risultano aggiornati? (valori compresi fra 0 e 3)

  1. – non risultano aggiornati né la pagina web né i dati in essa contenuti o non è possibile individuare la    data di aggiornamento né della pagina web né dei dati in essa contenuti;
  2. – il contenuto dei dati pubblicati risulta aggiornato per una percentuale compresa fra l’1 e il 33%;
  3. – il contenuto dei dati pubblicati risulta aggiornato per una percentuale compresa fra il 33 e il 66%;
  4. – il contenuto dei dati pubblicati risulta aggiornato per una percentuale compresa fra il 67 e il 100%.

Apertura formato

Il formato di pubblicazione è aperto o elaborabile? (valori compresi fra 0 e 3)

  1. – il formato di pubblicazione non è aperto e non è elaborabile (es. formato immagine jpeg, tif, pdf scannerizzato);
  2. – il formato di pubblicazione è aperto (es. ods, csv, pdf elaborabile) o almeno elaborabile (es. xls, html) per una percentuale di documenti compresi fra l’1 e il 33%;
  3. – il formato di pubblicazione è aperto (es. ods, csv, pdf elaborabile) o almeno elaborabile (es. xls, html) per una percentuale di documenti compresi fra il 34 e il 66%;
  4. – il formato di pubblicazione è aperto (es. ods, csv, pdf elaborabile) o almeno elaborabile (es. xls, html) per una percentuale di documenti compresi fra il 67 e il 100%.

Allegato 2 – ANAC Delibere monitoraggi precedenti 

Delibera ANAC n. 201 del 13 aprile 2022Delibera ANAC n. 203 del 17 maggio 2023
Per le pubbliche amministrazioni di cui al paragrafo 1.1 della delibera  (Scuole):1) Consulenti e collaboratori (art. 15)2) Enti controllati (art. 22)3) Pagamenti dell’amministrazione (artt. 4-bis, 33, 41, co. 1-bis per amministrazioni e enti del servizio sanitario)4) Pianificazione e governo del territorio (art. 39)5) Interventi straordinari e di emergenza (art. 42) con esclusivo riferimento alla pubblicazione del Rendiconto della raccolta fondi a sostegno del contrasto all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ove ricevuti (art. 99, co. 5, d.l. 18/2020)6) Altri contenuti – Prevenzione della corruzione (art. 10 d.lgs. 33/2013, art. 18, co. 5, d.lgs. 39/2013, l. 190/2012)Per le pubbliche amministrazioni di cui al paragrafo 1.1 della delibera  (Scuole):1) Disposizioni generali (artt. 10 e 12)2) Personale (incarichi conferiti o autorizzati – art. 18)3) Bandi di concorso (art. 19)4) Provvedimenti (art. 23)5) Bandi di gara e contratti (art. 37)6) Bilanci (art. 29)7) Opere pubbliche (art. 38)8) Altri contenuti – Registro degli accessi (Linee guida ANAC determinazione n. 1309/2016)9) Altri contenuti – Prevenzione della corruzione (art. 10 d.lgs. 33/2013, art. 18, co. 5, d.lgs. 39/2013, l. 190/2012)

Leggi altri
articoli