Categorie
News News RSS Universo Scuola

Domanda pensioni al 31 ottobre: quali sono i requisiti

Cerca nel sito

Quello delle pensioni per il personale scolastico è sempre un tema molto sentito, soprattutto per la notizia dell’abbandono di Quota 100.

Da una parte, quindi, è confermata l’abolizione del pensionamento a 62 anni e si attendono notizie più certe sui provvedimenti sostitutivi. Dall’altra parte, però, per le richieste di pensionamento del 2021 rimane la data limite del 31 ottobre.

Quali sono i dettagli e i requisiti per poter richiedere la pensione a partire dall’anno prossimo?

Per chi vale la data limite del 31 ottobre

Nonostante la proroga chiesta dal sindacato FLC CGIL, il Governo ha confermato il 31 ottobre come data ultima per la presentazione delle domande di pensionamento.

Occorre tuttavia chiarire per quali figure professionali è valida questa scadenza e quali sono le altre date da tenere a mente.

Da questo punto di vista, docenti e dipendenti ATA devono presentare la domanda entro il 31 ottobre 2021, ma per i Dirigenti Scolastici la scadenza è quella del 28 febbraio 2022.

A prescindere invece dalla tipologia di contratto del personale della scuola, il pensionamento avrà valore effettivo a partire dal giorno 1 settembre 2022. Entro questa data, sarà anche possibile revocare le istanze.
Il 31 ottobre interessa quindi coloro che vorranno avvalersi:

  • della pensione di vecchiaia;
  • della pensione anticipata;
  • di Quota 100;
  • dell’Opzione Donna.

I requisiti per chi fa domanda di pensionamento

A fare chiarezza sui requisiti che il personale scolastico deve possedere per richiedere il pensionamento è una tabella riepilogativa pubblicata dal MIUR. Le indicazioni contenute all’interno riguardano:

  • tipologia di pensione;
  • normativa di riferimento;
  • età anagrafica;
  • anzianità contributiva.

Eccola nei dettagli.

Tipo di Pensionamento Normativa di Riferimento Requisiti Anagrafici Requisiti Contributivi
Pensione di vecchiaia Art. 24, commi 6 e 7 della Legge n. 214/2011 – D’ufficio: 66 anni e 7 mesi al 31 agosto 2022
– A domanda: 66 anni e 7 mesi al 31 dicembre 2022
20 anni di contribuzione
Pensione di vecchiaia Art. 1, commi da 147 a 153 della Legge n. 205/2017 – D’ufficio: 66 anni e 7 mesi al 31 agosto 2022
– A domanda: 66 anni e 7 mesi al 31 dicembre 2022
30 anni di contribuzione al 31 agosto 2022
Pensione anticipata Art. 15 DL n. 4/2019 convertito con modificazioni dalla Legge n. 26/2019 N/D – 41 anni e 10 mesi di contribuzione al 31 dicembre 2022, per le donne
– 42 anni e 10 mesi di contribuzione al 31 dicembre 2022, per gli uomini
Opzione donna – DL n. 4/2019 convertito con modificazioni dalla Legge n. 26/2019
– Art. 1 comma 336 Legge n. 178/2020
58 anni al 31 dicembre 2020 35 anni di contribuzione al 31 dicembre 2020
Quota 100 DL n. 4/2019 convertito con modificazioni dalla Legge n. 26/2019 62 anni al 31 dicembre 2021 38 anni di contribuzione al 31 dicembre 2021


 


 

Fonte: Universo Scuola | pubblicato in data