Categorie
News News RSS Universo Scuola

Banchi monoposto non conformi a norme antincendio: ritirati con polemica

Cerca nel sito


Perché una notizia tutto sommato ordinaria diventi polemica, si sa, basta poco. È quello che è successo all’annuncio del ritiro di alcuni banchi monoposto perché non conformi alle norme antincendio. I nuovi banchi voluti da Domenico Arcuri hanno generato polemiche e malumori fin dall’inizio. Inutili, non voluti, poi inutilizzati, e adesso addirittura pericolosi? Facciamo un po’ di chiarezza sull’accaduto.

Quali sono i banchi ritirati e perché?

A catalizzare le maggiori critiche erano stati per lo più i famosi banchi a rotelle, per alcuni un simbolo delle politiche sconclusionate del Governo Conte 2.

Eppure quei banchi stanno benissimo, perché oggetto della polemica sono proprio i banchi monoposto tradizionali.

Fra le varie commesse volute da Arcuri, quelle dell’azienda portoghese Nautilus riguardavano:

  • da una parte, la fornitura di 70 mila sedie;
  • dall’altra parte, la fornitura di 110 mila banchi monoposto.

Questi ultimi però erano più lunghi del previsto, col risultato di impedire il corretto distanziamento nelle classi a più piccola metratura.

Osteggiati a partire dalla loro consegna nel 2020, adesso dovranno essere ritirati perché
a seguito di specifiche analisi merceologiche è emerso che gli arredi scolastici forniti dalla ditta Nautilus hanno evidenziato la non conformità degli stessi alle normative in materia di sicurezza antincendio, impedendone l’uso ed imponendone il ritiro dagli istituti scolastici ove erano stati distribuiti al fine di eliminare i possibili rischi in caso di incendio
Le parole di Figliuolo si riferiscono più al rischio di incendio per le migliaia di banchi immagazzinati nelle scuole, che al rischio riguardante quelli usati in aula. Ad ogni modo, il ritiro dei banchi dovrà essere effettuato a breve e costerà quasi 200 mila euro.

La polemica sui banchi a rotelle

Come detto anche nel paragrafo precedente, non sono i banchi a rotelle quelli oggetto del provvedimento di Figliuolo. Nonostante questo, politici nazionali come Matteo Renzi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini hanno tentato di strumentalizzare la vicenda soffiando sul fuoco della polemica. Le loro parole sono state riprese dai vari giornali, e così si è creato il caso.

A ciò sono seguite le smentite e le rettifiche delle diverse testate, con la segnalazione di quali fossero i banchi ritirati: i monoposto tradizionali di Nautilus e non quelli a rotelle.

Vicende come queste evidenziano come da una notizia normalissima si passi a qualcosa di molto più grande e “gonfiato”. Insomma, dal ritiro di una partita di banchi portoghesi si è arrivati a una polemica che ha infranto anche il silenzio elettorale delle Amministrative.

Vista l’origine della polemica e lo sbaglio sulla tipologia ritirata, se la comprensione del testo è a questo livello, quello dei banchi è proprio l’ultimo dei problemi della scuola!


 


 

Fonte: Universo Scuola | pubblicato in data