Categorie
News Universo Scuola

Approvato il Decreto Milleproroghe: tutte le novità, dal reclutamento GPS sostegno al concorso straordinario

Cerca nel sito

Con 196 voti favorevoli, 26 voti contrari e nessuna astensione, il Senato ha confermato la fiducia apposta dal Governo Draghi al Decreto Milleproroghe 2022. Il provvedimento, approvato in modo definitivo, contiene anche misure che vanno a toccare diversi aspetti del mondo scolastico.

Vediamo quali sono.

GPS sostegno prima fascia e idonei STEM nelle graduatorie di merito

L’articolo 5-ter del Decreto Milleproroghe regola la “Proroga del reclutamento dei docenti specializzati delle graduatorie provinciali per le supplenze finalizzato a garantire il diritto all’istruzione degli studenti con disabilità“.

Da questo punto di vista, il decreto stabilisce che sarà possibile effettuare le assunzioni dalla prima fascia delle GPS sostegno anche per l’anno scolastico 2022/2023. Come si legge nel testo,
“Al fine di sopperire alle esigenze di sostegno scolastico e di garantire i diritti degli studenti con disabilità, maggiormente penalizzati dall’acuirsi e dal persistere della pandemia di COVID-19, l’applicazione della procedura […] è prorogata per le assunzioni riguardanti i posti vacanti e disponibili nelle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2022/2023”Ci sono novità anche per l’inserimento degli idonei nelle graduatorie di merito. Il provvedimento interessa i docenti che avevano superato il concorso STEM 2021 ma che non erano rientrati nelle immissioni in ruolo.

Concorso straordinario per docenti precari con almeno tre anni di servizio

Ne avevamo già parlato qualche giorno fa, in merito all’emendamento Di Giorgi che prorogava al 15 giugno 2022 la data limite per fissare la prova del concorso.

Benché ancora si attenda la data precisa, il Decreto Milleproroghe contiene informazioni importanti per tutti i partecipanti al concorso:

  • sono ammessi i candidati con tre anni di servizio svolti negli ultimi cinque, che potranno partecipare per una sola classe di concorso e in un’unica regione;
  • è prevista una sola prova, che insieme alla valutazione dei titoli porterà alla formazione delle graduatorie di merito regionali;
  • si prevede un contributo al concorso da parte del candidato, così come a suo carico è la formazione tesa all’immissione in ruolo.

Dopo l’approvazione del decreto, adesso si attende un iter spedito per tutti gli adempimenti burocratici che porteranno allo svolgimento del concorso.

Scuole dell’infanzia paritarie: previsto il conferimento di incarichi temporanei

Nel caso le scuole paritarie sperimentino difficoltà e impossibilità di reperire personale docente con titolo di abilitazione, secondo quanto contenuto nel Decreto Milleproroghe
“è consentito, in via straordinaria, per l’anno scolastico 2021/2022 e per l’anno scolastico 2022/2023, prevedere incarichi temporanei attingendo anche alle graduatorie degli educatori dei servizi educativi per l’infanzia in possesso di titolo idoneo”Il servizio prestato nelle scuole paritarie, a seguito degli incarichi temporanei previsti dal Decreto, non sarà tuttavia valido per gli aggiornamenti delle graduatorie di istituto delle scuole statali.

Proroghe edilizia, concorsi e assunzioni scuola: cosa prevede il Decreto

Come si può immaginare dalla sua denominazione, nel Decreto Milleproroghe 2022 è stato previsto anche lo slittamento di alcune date.

La principale l’abbiamo già vista e riguarda il concorso straordinario per docenti con servizio, con la proroga del termine del 31 dicembre 2021 al 15 giugno 2022.

Ma il testo approvato ne contiene altre, che riguardano gli ambiti più disparati del mondo scolastico:

  • dal primo termine del 31 dicembre 2021 al 31 marzo 2022, vengono prorogate le semplificazioni procedurali che riguardano l’edilizia scolastica, anche in deroga ai limiti ordinari;
  • fino al 31 marzo 2022 dovranno continuare a svolgersi in videoconferenza le riunioni GLO, il Gruppo di Lavoro Operativo, ma sarà possibile effettuarle a distanza anche in seguito;
  • entro il 15 marzo 2022 si potranno assegnare nuovi ruoli a partire dalle graduatorie “tardive” del concorso straordinario 2020;
  • dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2022, questo lo slittamento delle date per quanto riguarda il concorso per i 5116 insegnanti di religione cattolica previsti nel settembre 2021.


 


 

Fonte: Universo Scuola | pubblicato in data